Orari:

Dal Lunedì al Venerdi: 

Matt. 10:00 - 13:00 Pom. 15:00 - 19:30 

 

Sabato:

Su appuntamento

Questo sito utilizza i cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

BONUS IMMOBILI DESTINATI A LOCAZIONE

BONUS IMMOBILI DESTINATI A LOCAZIONE

LOGO.jpg
LOGO.jpg

BONUS IMMOBILI DESTINATI A LOCAZIONE:

In data 03/12/2015 sulla Gazzetta Ufficiale sono state pubblicate le linee guida all’articolo 21, comma 6, del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133, convertito, con modifi cazioni, dalla legge 11 novembre 2014, n. 164, in materia di deduzione per l’acquisto, la costruzione o la ristrutturazione di unità immobiliari da destinare alla locazione.
Alle persone fisiche che non esercitino l’attività commerciale le quali acquistino nel periodo dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2017 unità immobiliari a destinazione residenziale di nuova costruzione invendute o oggetto di interventi di ristrutturazione edilizia o di restauro e risanamento conservativo è riconosciuta una deduzione dal reddito complessivo ai fini dell’IRPEF pari al 20% del prezzo di acquisto dell’immobile risultante dal Rogito Notarile nel limite massimo complessivo di euro 300.000/00 comprensivi di IVA.
Agli stessi spetta la deduzione degli interessi passivi dell'eventuale mutuo per l’acquisto dell’immobile nella misura del 20 % degli stessi.
Per gli immobili deve essere stato rilasciato il certificato di agibilità nel periodo compreso tra il 01/01/2014 e il 31/12/2017.
Il rimborso avviene in  8 (otto) quote annuali di pari importo a partire dal periodo di imposta nel quale avviene la stipula del contratto di locazione.
Il contratto di locazione dovrà essere stipulato in base agli accordi territoriali quindi dovrà avere la durata di 3 anni + 2 anni.
I requisiti della proprietà per accedere agli sgravi fiscali sono i seguenti:
a) il contratto di locazione deve essere stipulato entro 6 mesi dal momento del Rogito Notarile;
b) l’unità immobilire non deve ricadere nelle seguenti categorie catastali:
    A/1;
    A/8; 
    A/9;
c) l’unità immobiliare non cada nelle zone omogenee classificate E ai sensi del decreto del Ministro dei lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444
d) l’unità immobiliare deve avere classe energetica pari a A o B
e) non sussistano rapporti di parentela entro il primo grado tra locatore e locatario

Fonte GAZZETTA UFFICIALE del 03/12/2015

07/01/2016